Cessione di Armi tra Privati

Sebbene per la vendita di armi occorra specifica licenza, esiste comunque la possibilità di cessione di armi tra privati.
La cessione di armi e munizioni regolarmente detenute, avviene tramite una scrittura privata tra le parti con immediata denuncia alle autorità di pubblica sicurezza competenti (Polizia o Carabinieri).
Il cedente dovrà presentare i documenti a supporto della richiesta di variazione entro le 72 ore dalla cessione (sulla quale saranno annotate data e ora). La stessa cosa dovrà essere fatta dal cessionario, che dal momento della cessione e’ a tutti gli effetti responsabile della custodia delle armi in oggetto e dovrà quindi richiedere aggiornamento della propria denuncia di detenzione.
Il cedente dovrà verificare che il cessionario sia in possesso di tutti i requisiti necessari ed in particolare che disponga di un titolo di porto d’armi in corso di validità. Il cessionario sarà responsabile di verificare che il cedente abbia effettivamente in carico le armi oggetto della cessione e che acquisendone la custodia, non superi i limiti imposti dalla legge (numero massimo di armi comuni, sportive, numero di munizioni etc.)

La scrittura privata potrà essere sottoscritta compilando un modulo come questo:

Il modulo andrà compilato e sottoscritto in 4 copie:

– Una per il cedente
– Una per il cessionario
– Una da consegnare alle autorità competenti per il cedente
– Una da consegnare alle autorità competenti per il cessionario

e ad ogni copia andranno aggiunte poi le fotocopie dei seguenti documenti:

– Copia della denuncia di detenzione del cedente
– Copia del Porto d’armi (o del nulla osta) del Cedente
– Copia del Porto d’armi (o del nulla osta) del Cessionario
– Copia Documento di Identità del cedente
– Copia Documento di Identità del cessionario

Link Utili
Polizia di stato

Lascia un commento

− 7 = 3