Nuovi Case Feeder ad attacco rapido Targetfun!

I case feeder originali della Lee sono grosso modo utilizzabili su tutte le presse Lee, se ne sono susseguiti vari modelli con varie differenze, ma tutti sono stati pensati per essere posizionati sulla pressa in modo stabile e permanente.

Con l’avvento delle sue presse più moderne tuttavia il sistema utilizzato su questi case feeder è risultato obsoleto.
Su presse più moderne, come la Breech lock pro e soprattutto su presse di servizio come la Lee APP o la LEE ACP, il cambio di calibro è divenuto molto frequente.
Non è raro dover cambiare calibro anche più volte al giorno, nel processare e decapsulare buone quantità di bossoli di recupero misti.
Sempre più frequente è la preparazione dei bossoli in tempi antecedenti alla ricarica e quindi la loro lavorazione in quantità elevate.
Il sistema della Lee risulta molto scomodo e traballante finché non viene fissato, rendendo difficile posizionare rapidamente il case feeder alla giusta altezza e non permettendo lo spostamento veloce da una pressa all’altra o la sostituzione con un case feeder di calibro differente.

Negli articoli precedenti avevamo quindi realizzato una serie di case feeder a tubo singolo, con un sistema di fissaggio rapido appositamente pensato per poter estrarre il case feeder, senza dover rimuovere il perno di fissaggio, caratteristica che permetteva anche di regolarne l’altezza in modo fine e rapido o di poter spostare rapidamente su più presse lo stesso case feeder.

In un secondo tempo, sempre per lo stesso sistema di fissaggio avevamo realizzato una base a 4 tubi, compatibile il case feeder universale della Lee (pensato come upgrade di quello presente sulle vecchie Pro 1000).

Oggi completiamo il lavoro introducendo un nuovo case feeder a 4 tubi completo “Nuova versione”. Totalmente realizzato tramite stampa 3D. Il sistema di rotazione sfrutta i pistoncini a sfera gia’ usati nel progetto del bullet feeder, rendendo la rotazione molto fluida, stabile e precisa.
Il sistema mantiene le misure del case feeder originale Lee, pertanto è utilizzabile su tutte le presse Lee ed è compatibile con il Tube Collator per permetterne il riempimento veloce.

La famiglia dei case feeder ad attacco rapido quindi si allarga e le operazioni con le nuove presse Lee diventano ancora più veloci!
Sebbene non originariamente equipaggiate con case feeder automatici, non e’ raro che case feeder automatici di altre marche, versioni stampate in 3D o realizati in modo hobbistico, vengano abbinate a presse Lee cone la APP o anche alle sue presse progressive. In questi casi l’uso di tubi in Plexiglass o PETG , più spessi e rigidi di quelli standard usati dalla Lee, rendono le realizzazioni più affidabili e durature, facendo preferire i case feeder custom rispetto agli originali.

Case Feeder a fissaggio rapido a TUBO SINGOLO

  • Calibro 6,35
  • Calibro 9×19,9×21, 223 Rem. e simili
  • Calibro 40 S&W, 357 Magnu, 38 Special e simili
  • Calibro 45 Acp
  • Calibro 500 S&W, 45 LC e simili.
  • Tubi In Plexiglass, PETG o standard Lee, riciclabili da vecchi feeder Lee.

Case Feeder a fissaggio rapido 4 TUBI:

  • Boccola ottone ID=8,4 mm (32 Auto, etc.)
  • Boccola ottone ID=10,3 mm (9mm, 223 Rem)
  • Boccola ottone ID=11,3 mm (9mm, 40 S&W, 223 Rem)
  • Boccola ottone ID=12 mm (45 ACP, 357 Magmi, 38 Special etc.)
  • Boccola ottone ID=14 mm (45 ACP, 45 Long colt etc.)

CONCLUSIONI

Con quest’ultimo lavoro penso che la serie dei case feeder custom per le presse Lee possa considerarsi conclusa, dimostrando come l’uso di una stampante 3D nell’ambito della ricarica possa migliorare molto il processo di lavorazione, specie per le presse di tipo entry level.
Nei prossimi articoli proveremo a realizzare anche dei bullet feeder specifici per la Lee APP, da utilizzare nella trafilatura delle ogive in piombo nudo, sfruttando lo stesso principio, ma cone misure adatte all’alimentaione delle ogive.

Lascia un commento

56 + = 60