LEE APP Upgrade – 3D printed case feeder

Nei precedenti articoli abbiamo visto come il sistema di alimentazione dei bossoli in dotazione con la nuova pressa Lee APP (Autometic Processing press) non sia perfetto:
– Le misure sono estremamente precise e non sempre i bossoli scendono con fluidità, in special modo i 9×21.
– Ogni base ha l’innesto per due diversi tubi, risulta molto ingombrante e interferendo con il movimento della molla, specie in caso di inceppamento.
– Non e’ agevole ne il montaggio ne il posizionamento alla corretta altezza dell’alimentatore dei bossoli, risultando molto scomodo se occorre cambiare calibro velocemente o di frequente.

Una delle alternative e’ quella di utilizzare il case feeder della Lee Pro 1000, che ha misure più’ generose e maggiore capienza di quello in dotazione con le Lee APP, ma il rischio e’ una alimentazione poco precisa che alle velocità di lavoro della Lee APP farebbe facilmente cadere i bossoli, interrompendo il ciclo di lavorazione.

Per questo motivo ho ridisegnato il sistema di alimentazione ed in particolare:

  • Creato una base porta tubi a tubo singolo per ogni calibro (o quasi)
  • Rivisto i diametri di tubi e base portatubi in modo che i bossoli non si incastrino e non cadano durante il ciclo.
  • Ridisegnato il sistema di fissaggio, sostituendo la vite originale con un’asta di scorrimento liscia sulla quale la base portatubi può scorrere ed essere agevolmente posizionata con l’ausilio di una manopola.
  • Reso agevole la sostituzione del portatubi con un di calibro differente, senza richiedere in questa fase il serraggio della bulloneria, sostituendoli dall’alto in pochi secondi.

I pezzi sono stati realizzati con la stampa 3D, utilizzando come materiale il PETG (molto resistente) e degli inserti filettati in ottone per aumentarne precisione e durabilità nella parte in cui viene inserita la manopola.
Il tubo del 9mm e’ stato sostituito con un tubo acrilico, piu’ ampio e resistente, limitando il restringimento alla sola parte presente nella base portatubi. Per il 45 invece e’ stato mantenuto il tubo originale.

Ora il ciclo di lavorazione della Lee APP ora scorre fluido, preciso e veloce. Non ci sono inceppamenti e la sostituzione del tubo con uno di calibro differente risulta rapida ed agevole.

Sono state realizzate 3 basi portatubi per i calibri più comuni:

  • 45 (adatta per 45 ACP e 45 LC)
  • 9mm (adatta per 9×21 e affini)
  • 357 (adatta per 38 special, 357 magnum)

Tutti i pezzi sono disponibili nell’area mercatino anche singolarmente per chi volesse sostenere il blog (e ricaricare senza noie!)

Successivamente a questo articolo e’ stata realizzata anche un’ulteriore base portatubi, compatibile con il sistema 4 tubi rotanti del case feeder della Lee pro 1000. La nuova base , sostituita all’originale permette di montare il case feeder a 4 tubi sulla Lee APP, utilizzando il sistema a perno fisso precedentemente introdotto.

In questo modo se già si possiede una Pro 1000 con il case feeder a 4 tubi, sarà possibile riutilizzarlo sulla Lee APP attraverso il sistema di aggancio e sgancio rapito a perno fisso. Montando sulla Pro 1000 il perno fisso al posto della vite originale sara’ poi possibile spostare in pochi secondi il serbatoio da una pressa all’altra!
Questa nuova base portatubi e’ specifica per il 9mm, in quanto e’ stata inserita una boccola in ottone per permettere un posizionamento preciso dei bossoli.
NOTA: In seguito alle vostre richieste ho realizzato anche la versione per il 45 ACP, oltre alla testa rotante, in modo da avere un case feeder completo in entrambi i calibri.

Lascia un commento

73 + = 75