Come ottenere il porto d’armi

Per passione o per necessità avete deciso di acquistare un’arma e non sapete da dove cominciare? Allora siete probabilmente nel posto giusto. Nelle seguenti righe cercheremo di fare un po’ di chiarezza su cosa occorra fare per ottenere il porto d’armi, procedura che, se in possesso dei requisiti, non è affatto complessa.

Come prima cosa cominciamo con elencare i diversi titoli che permettono la regolare detenzione di un arma:

  • Autorizzazione all’acquisto di armi e munizioni
  • Licenza di porto di arma per difesa personale
  • Licenza di porto di fucile per uso di caccia
  • Licenza di porto di arma lunga per il tiro a volo

L’autorizzazione all’acquisto è il permesso minimo necessario per poter entrare in possesso di un arma. Si tratta del mero Nulla Osta da parte questore all’acquisto e alla detenzione. Il titolo autorizza il cittadino al trasporto dell’arma dal luogo dell’acquisto fino alla propria abitazione e non ne permette ne il trasporto ne tantomeno il porto al di fuori del luogo di detenzione. Viene usato per poter possedere armi ereditate o da chi vuole acquistare un arma per difesa abitativa (per mia personale opinione tuttavia trovo pericoloso possedere un arma senza prevederne un regolare utilizzo presso un TSN o un campo di tiro).

Il porto per difesa personale permette invece il “porto” di un arma pronta all’uso ed è quindi destinato a chi effettivamente abbia questo tipo di necessità come guardie giurate, persone esposte per lavoro o per altri motivi ad un alto rischio di aggressione etc. Il suo rilascio, a discrezione del questore, è quindi soggetto a maggiori restrizioni e verifiche rispetto agli altri tipi di licenza.

Il porto per uso venatorio è invece destinato a chi intenda praticare la caccia e abbia quindi la necessità di portare un fucile pronto per questo tipo di utilizzo. La procedura di rilascio non è molto differente da quella per il tiro sportivo, ma rispetto a quest’ultimo occorre il pagamento di una tassa aggiuntiva.

Infine il porto per uso sportivo, detto anche porto di arma lunga per il tiro a volo , permette la detenzione di armi e il loro trasporto (non il porto) fino al luogo in cui si intenda praticare l’attività sportiva (TSN o Campi di tiro abilitati).
Sebbene il nome tragga un po’ in inganno questa licenza prevede la possibilità di detenere e trasportare sia armi lunghe che corte, nei limiti imposti dalla legge che nel momento in cui scrivo sono:

  • Detenzione di 3 armi comuni, 12 sportive, un numero illimitato di fucili da caccia. (Superabili con una licenza aggiuntiva per collezione di armi)
  • Detenzione massima di 200 munizioni per pistola o rivoltella.
  • Detenzione massima di 1500 munizioni a pallini per armi da caccia.
  • Detenzione di massimo 5Kg di polvere da sparo per la ricarica domestica.
  • Trasporto di massimo 6 armi contemporanee (smontate non pronte all’uso) . Quindi per trasferire una collezione più numerosa occorreranno più viaggi.

ATTENZIONE!!
I limiti indicati sono quelli massimi, va comunque fatta denuncia dei quantitativi effettivi di armi, munizioni e polvere posseduti, anche se inferiori e solo per tali quantitativi si è poi in regola.
Le norme ogni tanto cambiano, quindi documentatevi bene sui limiti aggiornati, prima di acquistare armi e munizioni!

Il titolo per il Tiro a volo è il più diffuso ed e anche quello più facile da ottenere. Ha una durata di 5 anni ed è il più indicato per chi si avvicina al mondo delle armi per diletto o sport.

Prima di continuare ci tengo a specificare che per poter “provare” un arma o per divertirsi a sparacchiare non è strettamente necessario un porto d’armi.
E’ possibile infatti iscriversi presso una qualsiasi sezione del Tiro a Segno Nazionale, fare un corso di maneggio (dura poche ore) che abiliti alla frequenza del TSN, noleggiando sul posto le armi e le munizioni necessarie.
Questo è sicuramente il primo passo, le prime volte avrete un istruttore che vi seguirà e ci sarà sempre un addetto sulle linee di tiro che controllerà che ogni operazione sia effettuata nel modo più sicuro possibile.
Un ulteriore vantaggio sarà inoltre quello di potere scegliere tra una grande varietà di armi, potrete divertirvi togliendovi molti sfizi!
Conoscerete altri appassionati e comincerete a passare qualche ora a settimana sulla linea di tiro!
Il poligono inoltre è aperto ai ragazzi (Minorenni) che potranno cominciare a fare pratica con le armi ad aria compressa. (Calibro 4,5mm)
Il problema nascerà quando ci avrete preso la mano, e comincerà a starvi stretta l’arma del poligono, usata da tutti, e ben poco personale!
Per poter acquistare un arma propria da portare in poligono sarà quindi necessario un titolo che ne consenta l’acquisto e il trasporto.
A questo punto avrete gia’ ottenuto il vostro certificato di maneggio dal TSN e se avete i requisiti sarà sufficiente qualche scartoffia da presentare alla stazione di polizia di zona per richiedere il rilascio della Licenza di porto di arma lunga per il tiro a volo.

PROCEDURA PER LA RICHIESTA DEL TITOLO DI PORTO PER USO SPORTIVO:

Per effettuare la richiesta del suddetto titolo la cosa migliore è fare un salto di persona alla stazione di polizia di zona e richiedere il modulo per effettuare la richiesta, in cui sono chiaramente riportate tutte le informazioni ed i documenti necessari, ovvero:

  • Certificato Anamnestico rilasciato dal vostro medico, con il quale potrete recarvi alla ASL di competenza per il rilascio di un Certificato di idoneità psico-fisica per l’utilizzo delle armi da fuoco. (praticamente in modo analogo a quando si rinnova la patente, necessario anche per l’iscrizione al TSN)
  • Certificazione di idoneità al maneggio delle armi, che come visto viene rilasciata dal TSN a fronte di un piccolo corso ed un po’ di pratica.
  • Dichiarazione sostitutiva in cui si attesta:
    • di non trovarsi in condizioni ostative della legge.
    • di non essere obiettori di coscienza (Superabile rinunciando a tale stato)
    • di avere informato della richiesta le persone conviventi.
  • Due contrassegni telematici da euro 16,00 da apporre sulla richiesta e sulla licenza.
  • Fotocopia di un documento di identità valido.
  • 2 fotografie in formato tessera a volto scoperto.

Se tutto va bene riceverete il vostro porto d’armi tra 30 e 90 giorni circa dalla richiesta con una spesa di circa 250€.

Ottenuto il vostro titolo potrete recarvi una qualsiasi armeria per fare shopping, avendo cura di denunciare il materiale in vostro possesso entro 72 ore dall’acquisto (così come le successive variazioni).

ATTENZIONE!: Una volta acquistate armi e munizioni sarà vostra responsabilità tenerle al sicuro, evitando che persone non idonee possano averne accesso.
Dovrete quindi custodirle in modo adeguato del luogo di detenzione dichiarato (magari in una cassaforte, specie se in presenza di minori), evitando di lasciarle incustodite (ad esempio nel baule dell’auto durante il trasporto) etc.

Il consiglio è di pensare all’acquisto di eventuali armadi blindati prima di quello delle armi, in modo da organizzare bene gli spazi che dedicherete a questo nuovo hobby.

Avere la vostra arma personale vi permetterà di allenarvi e divertirvi in modo più assiduo e dopo un po’ comincerete a sentire l’esigenza di ricaricare autonomamente le munizioni per abbattere i costi e personalizzare le vostre munizioni. (recuperando i bossoli su un calibro come il 9×21 si può anche arrivare a dimezzarne il costo delle munizioni) Più avanti apprezzerete questa pratica per molti altri motivi.

Potreste poi stufarvi di effettuare un tiro accademico statico da poligono e potreste avvicinarvi ai campi di tiro della FITDS dove praticare discipline più divertenti, come il Tiro Dinamico. Potrebbe capitarvi di avvicinarvi a queste attività anche da un punto di vista sportivo, innescando in voi lo spirito di competizione, facendovi partecipare a qualche gara e motivandovi al continuo miglioramento!

Insomma, vi porterete a casa uno sport ed una passione con la quale non finirete mai di imparare cose nuove!

Mettete sempre sicurezza e giudizio al primo posto, a fare qualche errore ci vuole un attimo, ma se avrete automatizzato le giuste abitudini potrete evitare pericolosi incidenti!
Aggiungo inoltre che la proliferazione delle armi ha innegabilmente i suoi contro ed è nostra precisa responsabilità gestire con coscienza uno strumento inventato con uno scopo ben preciso, ma per il quale abbiamo trovato un uso migliore!

Buon divertimento dunque!

Link Utili:

Polizia di Stato
Federazione Italiana Tiro Dinamico Sportivo
Unione Italiana Tiro a Segno
Elenco armerie


Lascia un commento

+ 72 = 74