Nuova Lee APP con innescatore!

Già nella sua prima versione questa rivoluzionaria pressa inversa della LEE, la Lee APP appunto (automatic processing press) e’ stata decisamente rivoluzionaria.
Con un costo tutto sommato accettabile si e’ rivelata una fantastica pressa di servizio, capace di velocizzare un po’ tutte le operazioni preliminari da fare sui bossoli per poterli poi ricaricare.
Abbiamo trattato tante volte sul blog questa pressa, creando anche tanti utili accessori accessori stampati in 3d per migliorarne la funzionalità.
Successivamente alla Lee APP, e basata sullo stesso telaio, la Lee ha poi sfornato la Lee ACP, una macchina esplicitamente dedicata ad innescare in modo automatico i bossoli, avendo quindi un serbatoio per i bossoli e uno per gli inneschi.
Sebbene le due presse fossero simili, erano comunque dedicate a due lavori diversi e solo parzialmente sovrapponibili:
LEE APP: Decapsulare, Trafilare
LEE ACP: Decapsulare, Innescare
Almeno fino ad ora, non era possibile qindi avere tutte le funzioni su di una unica pressa.
Di recente però e’ stata rilasciata da Lee una nuova versione delle Lee APP, che include un innsecatore automatico, montato in modo tale da non ridurre la forza esercitabile (come invece accadeva sulla ACP) e soprattutto migliorando il sistema di innesco, che sulla ACP era ancora acerbo e con diversi problemi (trattati anche qui nel blog nelle varie recensioni della Lee ACP)

Picture of DELUXE APP PRESS

Nella sua nuova versione “DELUXE APP PRESS #91898 troviamo diversi miglioramenti e modifiche rispetto alla versione precedente:

  • Maniglia roller (Più comoda e adatta a sforzi maggiori) che prima era disponibile solo come accessorio opzionale.
  • Innescatore automatico laterale, tramite il solito piattino Lee.
  • Non e’ piu’ presente (come nella ACP) lo schermo metallico di protezione in caso di esplosione degli inneschi

Dal manuale scaricabile dal sito Lee statunitense, si possono vedere in dettaglio alcune caratteristiche veramente interessanti ed in particolar modo i dettagli del nuovo innescatore:

Pistoncini del tutto simili alla vecchia lee ACP, sebbene in versione Plastica invece che metallica

sistema di innesco posizionato in modo opposto rispetto alla vecchia ACP, preservando quindi la guida a molla centrale della APP rimossa nella ACP, ma ancora presente in questa nuova versione APP Deluxe.

Interessante anche il fatto che, a differenza del sistema adottato sulla vecchia ACP, nel nuovo innescatore non e’ piu’ presente la molletta per trattenere gli inneschi (che saltava via e veniva persa molto facilmente) ed e’ presente un selettore per il tipo di inneschi, che invece sulla vecchia ACP scorrevano nella stessa slitta (Con tutti i problemi del caso).
Utilizzando il sistema di scorrimento del bossolo privo di shell holder della vecchia ACP, e’ ora possibile usare il disinnescatore universale dotato del sistema di guida per il posizionamento del bossolo anche su questa nuova pressa:

Questa volta lo shell holder adapter di tipo breech lock e’ diventato solo un accessorio, non incluso, ma acquistabile a parte. Con tale accessorio sarà possibile utilizzare gli shell holder di tipo X-Press come sulla vecchia APP e di conseguenza poter effettuare anche operazioni di resizing del bossolo.

Nella nuova Lee APP delux e’ presente il case feeder a 4 tubi, ma purtroppo il sistema di fissaggio e’ sempre lo stesso, con lo scomodissimo dado, che rende impossibile cambiare agevolmente e velocemente il feeder e la sua altezza, lavorando con calibri differenti. Il nostro upgrade con il feeder a fissaggio rapido stampato in 3D rimane quindi più che attuale.

Per chi avesse già acquistato una LEE ACP segnaliamo inoltre l’uscita del kit di Upgrade: “ACP PRIMER FEED UPGRADE KIT#92046 , che permette di aggiornare il sistema di innesco con la versione più moderna e funzionale.
Sebbene tale kit venga venduto come upgrade della Lee ACP, a prima vista sembrerebbe poter essere usato anche per dotare la vecchia APP dello stesso innescatore presente nella nuova versione Deluxe.

Conclusioni

Ci fa molto piacere vedere la vivacità di questa azienda americana, che pur vendendo prodotti entry level ormai da moltissimi anni, non smette di innovare.
La versatilità a prezzi contenuti permette ai nuovi ricaricatori di poter sperimentare ed imparare senza svenarsi, ma alcuni prodotti superano le aspettative potendo essere apprezzati anche dai più esperti.
Aspettiamo dunque i canonici 6-12 mesi per poter vedere questi prodotti anche nelle nostre armerie.

Lascia un commento

11 − 9 =