Inneschi e bossoli modificati per il tiro ridotto

Nel precedente articolo sul tiro ridotto abbiamo visto alcune delle soluzioni utilizzabili per potersi divertire a casa propria a sparare delle palle in cera plastica o colla  spinte dal solo innesco (senza l’uso di polvere e con potenze ridotte non superiori ai 7,5 joule)

Appare chiaro che per questo tipo di  cartucce diventa particolarmente importante il tipo di innesco utilizzato e il bossolo destinato ad ospitarlo. Spesso conviene utilizzare bossoli specifici o modificarli artigianalmente in modo da adattarli alle proprie esigenze (inutile ricordare che i bossoli destinati alle ricariche per tiro ridotto, anche non modificati, non dovranno mai essere riutilizzati per la ricarica con polvere e palle in piombo!).

Vediamo dunque in dettaglio questo argomento, iniziamo con il considerare che ogni calibro è progettato per ospitare uno specifico tipo di innesco:

CALIBRO TIPO
357 Magnun SMALL PISTOL
9×21 SMALL PISTOL
38 Special SMALL PISTOL
40 S&W SMALL PISTOL
44 Magnum LARGE PISTOL
45 ACP LARGE PISTOL
45 LC LARGE PISTOL
Cal.12 Type 209

Esistono dunque inneschi di dimensioni e potenze differenti, vediamoli in una breve sintesi dei tipi disponibili, considerando i Fiocchi in quanto più facilmente reperibili in Italia ad un prezzo ottimale, ma ovviamente ogni azienda avrà i suoi inneschi con caratteristiche similari:

TIPO CODICE POTENZA
SMALL PISTOL SP Bassa
SMALL PISTOL MAGNUM SPM Media
LARGEL PISTOL LP Media
LARGE PISTOL MAGNUM LPM Alta
CANNA LISCIA (209) 614 BASSA
615 MEDIA
616 ALTA

Gli inneschi di tipo SMALL PISTOL e LARGE PISTOL sono disponibili anche in versione MAGNUM (progettati per bruciare completamente il propellente di cartucce con una maggiore quantità di polvere e avere una maggiore omogeneità nella combustione) così come gli inneschi di tipo 209 (da fucile) esistono almeno 3 differenti potenze.

Volendo usare cartucce prive di polvere la potenza dell’innesco diventa rilevante per la spinta e per avere una maggiore precisione/gittata della palla può essere opportuno utilizzare gli inneschi nella loro versione più potente.

A seconda del calibro, e quindi della forma del bossolo, si hanno inoltre differenti dimensioni per l’area vuota tra l’innesco e la palla. Dove questa zona risulta ampia (ad esempio nel 357 Magnum) un innesco più potente può essere utile, così come nell’utilizzo sui revolver, dove tra il tamburo e la canna si ha una certa dispersione della pressione prodotta dall’esplosione dell’innesco.

Fin qui abbiamo capito che senza toccare il bossolo è possibile scegliere opportunamente gli inneschi da utilizzare, tuttavia oltre che sugli inneschi è possibile agire anche sul bossolo per migliorare le performance delle nostre cartucce.

Una delle operazioni che è possibile effettuare sui bossoli destinati alle cartucce per tiro ridotto è l’allargamento del foro di vampa (ovvero del foro che mette in comunicazione l’alloggio dell’innesco con la parte del bossolo atta a contenere palla e propellente).

Allargando il foro di vampa si facilita il convogliamento dei gas espulsi durante l’esplosione dell’innesco che quindi possono raggiungere meglio la palla da espellere.

Dobbiamo poi considerare che un innesco da fucile ha una potenza sempre superiore ad un innesco per arma corta e volendo aumentare significativamente la potenza della cartuccia per tiro ridotto (anche fino 10-15 volte) potrebbe essere preferibile usare questo tipo di innesco anche su calibri pensati per l’arma corta.

Per percorrere questa via abbiamo due  possibilità, la prima è di acquistare dei bossoli appositamente progettati per  il tiro ridotto, (generalmente in polimero) la seconda è quella di modificare opportunamente i nostri bossoli in ottone in modo che possano ospitare gli inneschi da fucile. La modifica è relativamente semplice, è sufficiente tramite un trapano praticare un foro sul fondello per poi svasarne il bordo, in modo che l’innesco non sporga troppo. Con una lima potremo poi rifinire il lavoro, rimuovendo eventuali sbavature. Potremo decidere di avere un foro un po’ abbondante (in questo caso potremo inserire gli inneschi tramite un sottilissimo foglio di carta per non farli spostare dal loro alloggiamento) in modo da non doverli inserire o estrarre a forza.

Nel praticare il foro andranno considerate le effettive misure dell’innesco, che può variare leggermente per i diversi produttori (tra .240 e .245). L cosa più’ semplice è quindi acquistare gli inneschi che abbiamo scelto e misurarne la dimensione con un calibro prima di praticare i fori sui nostri bossoli. Sia le palle che i bossoli saranno riutilizzabili, pertanto sarà necessario fare il lavoro una volta sola.

Dobbiamo considerare inoltre la tossicità dei gas prodotti dalla combustione degli inneschi, volendo usare le nostre cartucce per tiro ridotto in ambiente domestico, difficilmente potremo garantire la corretta areazione dei locali e se vorremo sparare in un ambiente chiuso è interessante considerare degli inneschi di ultima generazione “Heavy metal free”. La cosa migliore ovviamente rimane quella di attrezzare un piccolo poligono domestico o sparare all’aria aperta (in luogo privato, adatto e non accessibile al pubblico).

Per il nostro esempio abbiamo usato un bossolo 9×21 nel quale lo spazio vuoto tra innesco e palla è piuttosto ridotto , per poi inserire un innesco da fucile di media potenza (Fiocchi 615). Per sparare la cartuccia abbiamo usato una semiautomatica, (senza dispersione dovuta al tamburo di un revolver quindi). La potenza complessiva della cartuccia è risultata ragguardevole. Considerando  peso e velocità della palla abbiamo raggiunto circa 6 Joule, ottenendo una buona precisione.

Le possibili combinazioni tra bossoli e inneschi sono notevoli, sul web è inoltre possibile trovare di tutto, come ad esempio questi adattatori per primer, che potrebbero essere utilizzati per  innescare i bossoli con altri tipi di inneschi presenti sul mercato e sperimentare cosi’ la combinazione più adatta alle nostre esigenze.

Sebbene le cartucce cosi’ assemblate siano in tutte le loro parti di libera vendita è bene  considerare che non essendo cartucce commerciali, a seguito di un eventuale controllo, potrebbero essere considerate come facente parte del numero di munizioni ammesse per arma corta, il consiglio è quindi di non farne grandi scorte! La cosa migliore è di tenere le cartucce prive di innesco per poi innescarle solo nel momento del bisogno.

Link correlati:

 

ATTENZIONE!:

  • Quanto riportato in questo articolo è destinato ad un puro scopo informativo.
  • Non usare mai bossoli usati per il tiro ridotto per la ricarica di cartucce con polvere/palle in piombo. in particolar modo se modificati o specifici per  tiro ridotto.
  • Marcare sempre le cartucce assemblate per il tiro ridotto (ad esempio scrivendo con un pennarello all’esterno del bossolo, utilizzando palle di colore specifico o marcando il fondello con dello smalto colorato.
  • Non utilizzare inneschi più potenti in cartucce riempite di propellente in quanto ciò può variare sensibilmente le pressioni in gioco, rendendo pericolosa la combustione.
  • In generale nel maneggiare inneschi di qualsiasi tipo indossare sempre gli occhiali protettivi.
  • Le potenze in gioco nel tiro ridotto sono sufficienti a provocare ferite, utilizzare le stesse cautele che adoperereste con una cartuccia convenzionale.
  • Nel momento in cui si pratica il tiro ridotto in ambiente domestico, fare la massima attenzione a non mischiare cartucce per tiro ridotto con cartucce standard per evitare ogni possibile rischio di incidente.

5 thoughts on “Inneschi e bossoli modificati per il tiro ridotto”

    1. Stavo pensando di fare un’area e-commerce in cui inserire tutte le cose di cuo man mano si parla. Purtroppo pero’ le leggi italiane non aiutano in questo senso e per piccole vendite e’solo un costo. Se mi scrivete con quello che vi occorre provo ad indirizzarvi in privato su dove poter trovare il matetiale.

      1. bel video…l’unico fatto a regola d’arte.
        Io sarei interessato più che altro alle palle in cera per la mia taurus 357 magnum, ma oramai ho desistito perchè non riesco a trovarle da nessuna parte !!….la cera è un bel compromesso ma sporca parecchio.

        1. si, e’ un priblema trovarle.. nel mercatino ho messo in vendita quelle usate perle prove..
          piu’ avanti cerchero’ di trovare il modo di renderle disponibili a tutti..

        2. anche se in ritardo….ti posso dire che anche io ho la taurus in 357 magnum e le palle in cera le produco io insieme ai bossoli modificati per ospitare i 616 !!
          se vuoi puoi chiamarmi
          349 3363648 Daniele

Lascia un commento

51 − = 44