LEE APP – Prova con Decapper universale e Trafilatore GBO

Nello scorso articolo avevamo visto l’unboxing della nuovissima pressa LEE APP (Automatic Processing Press). Questa pressa e’ molto interessante in quanto pur essendo di fascia economica (110$ negli USA) ha alcune caratteristiche molto particolari:
– E’ una pressa inversa, ovvero permette di montare i Dies anche nella parte inferiore
– Ha un alimentatore bossoli/palle, che permette lavorazioni estremamente veloci.
In questo articolo proseguiremo le prove, effettuando il primo setup della pressa, provandola per decapsulare bossoli del .45 e del 9×21 e in fine per trafilare i bossoli del 9×21 con il trafilatore GBO utilizzando il Bugle Buster Kit della Lee.

PRIMO SETUP

Per motivi di spazio decidiamo di montare la pressa su un pannello di compensato da 30mm, in modo da poter essere fissato al tavolo in modo non invasivo e mobile, utilizzando un paio di morsetti.
Notiamo subito che la posizione dei fori e’ la stessa della nostra vecchia Lee Reloader, cosa utile per chi stia pensando di sostituire la sua vecchia pressa di servizio con la nuova APP ed abbia già dei fori sul tavolo per i bulloni.

PORTATUBI B PORTATUBI A

Come prima prova vogliamo andare a decapsulare dei bossoli del .45, pertanto montiamo sulla pressa il tubo e la base portatubi del diametro adatto a questo calibro (Foro largo del portatubi B). Il sistema di alimentazione bossoli e’ molto simile (e compatibile) a quello della Lee Pro 1000, ma a tubo singolo.
La base portatubi e’ fissata tramite due dadi e deve essere distante del case slider circa un millimetro o poco più (giusto lo spessore di una monetina).

APP CASE INSERTER ASSEMBLY

Il sistema di alimentazione funziona tramite un carrello dotato di pinzette che si aprono e si chiudono durante il movimento, la loro apertura può essere tarata tramite una vite di regolazione (che purtroppo non ci e’ pervenuta, ma e’ stata prontamente spedita dell’efficientissimo servizio di supporto delle Lee Precision USA)

Sopra al carrello e’ montato il case slider intercambiabile per i diversi tipi di bossoli e palle (per i bossoli la parte aperta a “C” e per le palle la parte chiusa a “O”). una volta montato sul carrello, la sua altezza non deve superare quella del bossolo, nel caso del .45 abbiamo quindi montato il tipo B.

Ultima parte del kit di automazione e’ la molla che trasmette il movimento al cassettino spingibossoli. Per il suo montaggio, lato pressa, c’e’ un un invito silla parte pressofusa, mentre dal lato del cassettino e’ infilata tramite un gancino di plastica.

il kit di automazione (presente solo nella versione De Luxe) e’ disponibile anche come accessorio aggiuntivo.

Montato il kit di automazione andiamo a posizionare nella stazione inferiore lo Shell holder #2, tramite l’apposito supporto, sotto al quale e’ stata montata la bottiglia raccogli inneschi in dotazione. Gli shell holder sono quelli passanti “X-Press” specifici per la Lee APP, ma se non si usa l’alimentazione automatica possono essere montati anche quelli standard.

Nella parte superiore montiamo il die decapsulatore universale della Lee, in modo da poter lavorare bossoli sporchi, senza doverci preoccupare di rovinare i dies (non essendoci contatto con la parete del bossolo).

Il primo setup risulta cosi’ concluso, e possiamo procedere con le prime prove.

PROVA .45 FAST DECAP

Il setup appena effettuato ci permetterà di verificare l’efficacia del sistema Lee APP nel decapsulare bossoli del .45, ancora sporchi (dopo averli almeno scrollati dalla polvere..), in modo da poterli poi lavare e riformare per poter essere stoccati in attesa di essere ricaricati.

Notiamo subito che la base del tubo risulta molto precisa e alcuni bossoli (un po’ ammaccati o particolarmente spanciati) si bloccano, bloccando il carrello. Per poter continuare e’ necessario far scendere manualmente i bossoli incastrati. La cosa capita con una certa frequenza e succede in genere quando il tubo si svuota e gli ultimi bossoli non hanno il peso della colonna di bossoli a spingerli in posizione. L’alimentazione dei bossoli sarebbe utile che avvenisse in modo continuo tramite un case feeder automatico o tramite una “moglie compiacente”.

Come da tradizione Lee anche questa pressa per poter funzionare al meglio necessita una certa “sensibilità”, un volta fatta amicizia e capiti i suoi limiti, le operazioni si fanno più agevoli e si riesce a decapsulare i .45 con ritmo impressionante di circa un bossolo al secondo. A queste velocità si comincia a sentire la mancanza di una maniglia più ergonomica, che in effetti e’ presente nel catalogo Lee come accessorio.

Dopo aver terminato di decapsulare, tutti i bossoli sono stati lavati, la pressa ripulita e al posto del decapsulatore universale e’ stato montato il primo die (Resizer). Con questo die la forza da esercitare e’ maggiore e si sente la necessità di una superficie stabile, che consenta di procedere ad alta velocità senza far traballare troppo la pressa, evitando cosi’ il rischio che i bossoli cadano interrompendo il ciclo di lavorazione.
Anche con questo secondo die, una volta presa la mano, il ritmo di lavorazione risulta molto veloce e nel giro di pochi minuti sono stati riformati tutti i bossoli precedentemente decapsulati.

PROVA 9×21 FAST DECAP E TRAFILATORE

Finalmente abbiamo preso un po’ di confidenza con questa nuova pressa e decidiamo quindi di decapsulare i bossoli del 9×21, cosi’ come fatto precedentemente per il .45.
Cambiamo il tubo e la base portatubi con quella del 9mm, ma ci accorgiamo subito che e’ troppo stretta e i bossoli si incastrano!
Usando il tubo del 45 l’alimentazione risulta poco precisa e il ritmo che si può sostenere risulta dimezzato, decidiamo quindi di utilizzare lima e carta vetrata per allargare leggermente il passaggio nella base portatubi, in modo da avere un’alimentazione precisa.
Sostituiamo lo shell holder con il #19 e iniziamo le prove.
Il ritmo torna ad essere impressionante, tuttavia qualche bossolo spanciato tende ancora ad incastrarsi quando il tubo si svuota. Questa volta cambiamo approccio e semplicemente ogni volta che succede ci fermiamo per ricaricare il tubo, operazione che andrebbe comunque fatta. Se il peso la colonna di bossoli non risulta sufficiente a far scendere il bossolo ci limitiamo a fare pressione sull’ultimo in modo che il primo scenda sulla slitta.
In questo modo il procedimento risulta più fluido e con grande soddisfazione riusciamo a decapsulare ad una velocità “estrema” con meno di un secondo per bossolo, per centinaia di bossoli.

Curiosi di vedere cosa succede montando il trafilatore ci affrettiamo ad installare il trafilatore di bossoli della GBO-Reload sul supporto Brenchlock e a montarlo nella stazione inferiore. Per la raccolta a questo punto basta un cesto posizionato sotto alla pressa.
Notiamo che la base del die risulta leggermente bassa rispetto al piano di scorrimento, ma siccome il bossolo e’ trattenuto dalla pinzetta e rilasciato solo nel momento in cui si abbassa la leva, non risulta particolarmente problematico, riuscendo comunque a trafilare ad una buona velocità.

Avendo pero’ acquistato anche il Bulge Buster Kit specifico per la pressa APP (in realtà destinato al factory crimp della Lee) ne approfittiamo per montare l’apposito anello di invito e la bottiglia di raccolta in dotazione con la pressa.
I due sistemi risultano compatibili. In questo modo l’alimentazione bossoli risulta piu’ precisa ed affidabile, permettendo di aumentare al massimo la velocità e di raccogliere comodamente i bossoli nella bottiglia della Lee.

CONCLUSIONI

In conclusione siamo rimasti molto colpiti alla versatilità e dalla velocità di questa nuova pressa “economica” di casa Lee.
Non e’ stato amore a prima vista, ma appena siamo entrati in confidenza non sono mancate le soddisfazioni.
Il sistema Lee APP presenta un gran numero di accessori specifici e risulta una efficacissima pressa di servizio da destinare alle operazioni preliminari di preparazione per lo stoccaggio dei propri bossoli. Sostituisce la vecchia Lee Reloader aggiungendo tutta una serie di nuove funzionalità.
Nei prossimi articoli e video proveremo a fare il punto su tutti i punti deboli e proporremo soluzioni e migliorie per ottenere il massimo da questa pressa ad un costo accessibile per tutti, come fatto in precedenza per la Pro 1000.

LINK UTULI

Decapsulatore Universale Lee #90292
Trafilatore GBO
APP Bulge Buster Kit #91572
Lee Reloader Press
Lee APP (Automatic Processing Press) #90933

Lascia un commento

2 + 7 =