Misurino volumetrico faidate “old style” da bossoli usati

Negli articoli precedenti abbiamo visto le fasi necessarie per la ricarica delle munizioni per arma corta. Possiamo utilizzare presse progressive, dosando automaticamente la polvere con un misurino volumetrico integrato, oppure ricaricare le nostre munizioni in modo manuale, passo per  passo, avvalendoci di presse monostazione, bilance manuali etc. In genere il secondo metodo permette una maggiore precisione ed un maggior controllo delle fasi di ricarica, a fronte di un velocità di produzione molto inferiore rispetto all’uso della pressa progressiva.

Con il metodo manuale il dosaggio della polvere avviene utilizzando un misurino volumetrico standard, per poi aggiungere gli ultimi granelli di polvere per avvicinarsi più possibile al dosaggio desiderato  tramite  un centellinatore.

A seconda  del dosaggio che abbiamo deciso di utilizzare e del tipo di polvere (In particolare per via della sua forma) , potrebbe occorre un volume diverso da quello dei misurini standard (.3cc , .5cc, .7cc,1cc,1.3cc etc.). Ad esempio, per dosare 0,45cc di polvere dovremmo usare il misurino da 0,3cc, riversandolo completamente, per poi aggiungere solo parzialmente un secondo misurino da 0,3cc, facendo attenzione  ad aggiungere poco alla volta la polvere necessaria, se dovesse caderne troppa dovremmo rifare la misura, togliendone una parte (a meno di non disporre del centellinatore).

Per velocizzare le operazioni di dosaggio possiamo tuttavia utilizzare un metodo alternativo, ovvero andare a costruirci un misurino volumetrico “old style”, specifico per  il nostro caricamento, utilizzando dei bossoli di recupero.

Esistono bossoli di tutte le misure ed essendo fatti in ottone possono facilmente essere lavorati con strumenti appositi (come dei tornietti per  l’accorciamento dei bossoli) o improvvisati (come taglia-tubi, lime etc.).

Una  volta deciso il quantitativo di polvere che  vogliamo dosare possiamo quindi prendere un bossolo usato (lavato, ma non decapsulato) della misura più opportuna (ad esempio un calibro 22 contiene circa 2,9 grani di Cheddite granular S fine) e provare a riempirlo con la polvere che abbiamo scelto, per  verificare  il peso in grani  che è in grado di contenere. Per comodità potremo prendere un filo di ferro o di rame e avvolgerlo attorno al fondello del bossolo, in modo da ottenere un veloce manico per facilitare la raccolta della polvere nel bossolo.

Se il quantitativo risulta essere inferiore a quello prescelto per la ricarica proveremo con un bossolo di misura maggiore, provvedendo quindi a rifare la misurazione per poi ad accorciare il bossolo fino all’ esatta misura che ci interessa.

A seconda di quanto va accorciato il bossolo potremo usare strumenti differenti, se si tratta di una semplice rifinitura provvederemo a strofinare il bossolo su una striscia di carta vetrata o su una lima da ferro, per  poi rimuovere eventuali sbavature (magari con  il deburring tool o anche con una semplice limetta da ferro).

Ottenuta la giusta misura andremo a scrivere le specifiche sul bossolo, con un pennarello indelebile, e finiremo il lavoro fissando il bossolo ad un semplice manico in legno tramite un filo di ferro.

Come manico si può utilizzare un vecchio pennellino  o comprare qualcosa di adatto ad un qualsiasi Brico (Il pennello utilizzato in questo esempio è stato comprato nuovo per  1 Euro circa)

togliamo quindi le setole del pennello per ottenere il solo manico, foriamolo in modo da poter ospitare un filo di ferro sufficientemente spesso da poter essere incollato nel foro.

Ricopriamo con un vecchio bossolo decapsulato la parte del pennello incollata al metallo, aggiungendo ulteriormente colla vinilica.

Infine fissiamo il nostro bossolo lavorato al filo di ferro, tramite una saldatura o più semplicemente arrotolando il filo sul fondello del bossolo.

Fate attenzione a non esagerare con la lunghezza complessiva del misurino, che dovrebbe aggirarsi attorno ai 10 cm o poco più.

A questo punto avete ottenuto un misurino volumetrico specifico, di volume esattamente pari al quantitativo di polvere che volete usare per la ricarica della vostra munizione, e il passaggio nella bilancia occorrerà solo per  ulteriore verifica o per  una maggiore precisione.

Finché non cambierete le caratteristiche della cartuccia e potrete quindi continuare usare lo stesso quantitativo della stessa polvere il misurino volumetrico appena costruito vi permetterà di dosare velocemente la polvere , facendovi risparmiare parecchio tempo nella preparazione delle cartucce, oltre a farvi risparmiare, non essendo più indispensabile il centellinatore.

Quando vorrete procedere in modo più comodo potrete invece acquistare un pratico dosatore volumetrico, con regolazione volumetrica.

Il procedimento completo per la costruzione del misurino “Old Style”e’ riportato in questo video.

 

 

Lascia un commento

15 − = 6